Il 1° maggio il Piccolo museo del diario riapre al pubblico

Il 1° maggio 2021, dopo lunghi mesi di chiusura, il Piccolo museo del diario riapre finalmente al pubblico.

Riapriamo!

Non vedevamo l’ora di scriverlo, di dirvelo.
Non vedevamo l’ora di gridarlo al vento.

 

Il Piccolo museo del diario riapre al pubblico!
Fa effetto, non è vero? A noi tanto.
Sono stati mesi particolari… complessi, difficili, infinitamente lunghi; ma questo già lo sapete, ognuno di voi dentro di sé sa esattamente cosa intendiamo.
Non abbiamo mai smesso di pensare a voi.
E non abbiamo mai smesso, soprattutto, di pensare al giorno in cui sareste tornati a salire questi 16 gradini.

 

Quel giorno è arrivato. E non è un giorno qualunque.
Abbiamo scelto il 1° maggio, per riaprire, abbiamo scelto questa giornata simbolica e densa di significati.
Riapriamo per la Festa dei lavoratori, proprio così.
Perché il lavoro dà dignità, dà coraggio. Perché il lavoro dà forza e sostentamento. Perché L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
E noi sabato 1° maggio saremo qui per festeggiare, insieme a voi, tutte queste cose insieme… e tante altre.
Sentiamo già il profumo nell’aria.
Il profumo di bellezza, di cultura, di libertà.
Riapriamo ovviamente con le solite modalità di ingresso che avete imparato a conoscere nei mesi scorsi, in sicurezza e con ingressi limitati. Ma riapriamo..!
Avremo le mascherine sul viso, ma saremo sempre noi, con il nostro carico di emozioni e di passioni che non vediamo l’ora di condividere con tutti voi.

 

Vi aspettiamo qui nella Città del diario, al primo piano di Palazzo Pretorio, in Piazza Plinio Pellegrini 1.
E non immaginate nemmeno quante e quali storie abbiamo in serbo per voi.
Nel sito del museo trovate tutte le informazioni sulle modalità di accesso, le tariffe e gli orari.
LA PRENOTAZIONE È FORTEMENTE RACCOMANDATA durante la settimana ed è obbligatoria il sabato e nei festivi.
Ricordiamo che, come da “Decreto Riaperture” del 21 aprile 2021, “dal 26 aprile è assicurata l’apertura al pubblico dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura solo in zona gialla e con modalità di fruizione contingentata o tale da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro“.

 

Noi ci siamo.
Non vi resta che programmare il viaggio!

 

Prenota ora la tua visita:
https://www.piccolomuseodeldiario.it/informazioni