Gli oggetti narranti nella stanza del Lenzuolo

Al Premio Pieve i dotdotdot inaugurano una nuova installazione, quella degli oggetti che narrano la storia di Clelia Marchi nella stanza del Lenzuolo.

Realizzati con stampante 3D e affidati alla voce intima di Grazia Cappelletti gli oggetti sospesi nella Stanza del Lenzuolo raccontano la vita della contadina di Poggio Rusco, i lavori nei campi, la povertà, l’amore per il marito Anteo e la sua perdita.
Al Premio Pieve, davanti alle telecamere di Rainews e con una testimonial d’eccezione, Melania G. Mazzucco, una emozionante nuova tappa del Piccolo museo del diario.