Didattica

L’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano propone una gamma di offerte didattiche per le scuole personalizzabile e modulabile in base all’età degli studenti, agli specifici argomenti di interesse e al tempo a disposizione per completare l’esperienza di visita.

I moduli attualmente attivabili – singolarmente o unitamente – sono i seguenti:

M1. Visita all’Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano

Trenta anni di raccolta, due secoli di storia

Dal 1984 l’Archivio diaristico nazionale raccoglie e conserva memoria. Storie di persone che hanno lasciato una traccia di sé trovano accoglienza in questo luogo dove passato e futuro si fondono, alternando anime differenti che convivono pacificamente.

La visita permette di scoprire la storia dell’Archivio e di comprendere quali sono le attività quotidianamente svolte per garantire la raccolta, la conservazione, la messa a disposizione e la valorizzazione dei materiali custoditi.

M2. Visita al Piccolo museo del diario

Un museo vivo

Il Piccolo museo del diario è un percorso museale situato all’interno del cinquecentesco Palazzo Pretorio del Comune di Pieve Santo Stefano. È nato per raccontare l’Archivio diaristico nazionale e le testimonianze autobiografiche che contiene, in una maniera innovativa e coinvolgente. Un itinerario multisensoriale dedicato a quanti negli ultimi trent’anni hanno legato il loro nome e le loro opere autobiografiche alla storia dell’Archivio, a partire dal fondatore Saverio Tutino per giungere ai numerosi diaristi.

Entrare oggi nel Piccolo museo del diario significa attraversare un pezzo di storia d’Italia, camminarci in mezzo: significa aprire idealmente tutti gli scaffali dell’Archivio dei diari, scartabellarne i faldoni, aprirne le lettere, sfogliarne i diari e ascoltare, toccare o sfiorare una delle oltre settemila storie in esso conservate.

Per informazioni e prenotazioni riferite ai moduli M1 e M2 contattare:

Fondazione Archivio diaristico nazionale
Referente per le attività didattiche: Cristina Cangi
Telefono: 0575 797730
Email: c.cangi@archiviodiari.it

A completamente dei moduli M1 e M2 possono essere attivati i seguenti laboratori didattici:

Laboratorio 1 – Dona un tuo ricordo al museo

I partecipanti saranno accompagnati nell’esplorazione del proprio vissuto personale fino a giungere alla scrittura di un episodio, una suggestione, un’esperienza della propria vita su un supporto diverso da quello comunemente utilizzato per la scrittura. Saranno messi a disposizione diversi materiali, e la scelta stessa del materiale dovrà essere motivata dal ragazzo e sarà parte del lavoro. Il percorso continuerà nelle sale del Piccolo museo focalizzando l’attenzione sul “Lenzuolo di Clelia”, uno dei diari simbolo dell’Archivio di Pieve, soffermandosi in particolare sul significato del supporto scelto dall’autrice.

Laboratorio 2 – Cassetti di ricordi

I partecipanti verranno stimolati a scegliere un episodio o un’emozione personale da documentare con brevi frasi che verranno poi inserite all’interno di un contenitore appositamente realizzato e finalizzato alla restituzione attiva della testimonianza di ciascuno. Il laboratorio prevede anche l’utilizzo di disegni, immagini ed altro, che arricchiranno il ricordo di ciascuno.

Il percorso continuerà nelle sale del museo focalizzando l’attenzione sui ”Cassetti dei ricordi”, incastonati in una bellissima parete di legno artigianale che simboleggia gli “infiniti” scaffali dell’Archivio: schermi digitali, manoscritti originali e letture di attori che hanno prestato la propria voce racconteranno alcune delle storie conservate a Pieve Santo Stefano.

Laboratorio 3 – Fare storia con i ricordi

Il percorso accompagna gli studenti alla scoperta del valore di un archivio attraverso la visione di materiali selezionati finalizzati all’acquisizione di dati ed informazioni storiche. Invece che leggere episodi nei libri di storia, il diario diviene una fonte di conoscenza raccontata direttamente da chi ha vissuto un particolare evento. I partecipanti saranno coinvolti in maniera dinamica in una ricerca su materiale d’archivio selezionato tra i seguenti argomenti: vita in trincea, vivere la guerra, vita quotidiana nella metà del ‘900, storie d’amore e d’affetto, personaggi.

Laboratorio 4 – Passeggiata alla ricerca della memoria perduta

Non è un caso se l’Archivio Nazionale dei Diari e Memorie Epistolari sorge a Pieve S. Stefano. Là dove le mine tedesche nel 1944 cancellarono gran parte della memoria artistica ed architettonica del paese, oggi sorge il luogo che custodisce la memoria scritta di una Nazione. L’escursione ci porta a scoprire quel che del paese si è preservato: dal Tempietto del Colledestro, che sin dai tempi dell’antica Roma celebra il legame di Pieve col fiume Tevere, passando per il centro storico, avamposto di Toscana ricco d’arte e antica sede delle magistrature fiorentine; sino a giungere alla basilica della Madonna dei Lumi, sorta nel 1590 sul luogo di un angelico miracolo, che ha donato al paese una delle feste più belle e sentite di tutta la regione. Il percorso è arricchito da letture tratte da testi conservati in Archivio diaristico nazionale.

Per informazioni e prenotazioni riferite ai Laboratori didattici contattare:

Circolo degli Esploratori
Via dei Servi, 25
52037 Sansepolcro (AREZZO)
Tel. e Fax 0575.750000 – 0575.759738
Mail: scuole@circoloesploratori.it